What makes a good project manager

I tratti che fanno di un buon project manager secondo i migliori leader ed esperti

6170
Mariano Rodríguez Colombelli
feb 09, 2018

Come qualsiasi posizione creativa o altro ruolo di leadership come ad esempio CEO o direttore, è difficile individuare ciò che rende un buon project manager. A differenza di altri ruoli, non è al cento per cento basato sull’istruzione o sull’esperienza o su un altro attributo misurabile. I project manager possono variare in background, personalità, stile di comunicazione e metodologia.

Quindi, cosa rende un buon project manager? Vuoi migliorare le tue capacità di gestione dei progetti? Abbiamo fatto una piccola ricerca e abbiamo scoperto i principali tratti comuni da cui puoi imparare.

Caratteristiche di un buon project manager:

Forniscono un chiaro senso della struttura

Rory Burke, project manager e autore di capitali internazionali, ha scritto: “La gestione del progetto può essere definita come un modo di sviluppare la struttura in un progetto complesso, in cui le variabili indipendenti di tempo, costo, risorse e comportamento umano si uniscono.” Indipendentemente dal metodo o dagli strumenti utilizzati, per i project manager, prima di tutto, la competenza di base dovrebbe essere quella di essere in grado di fornire e mantenere la struttura per i progetti i cui altri fattori cambiano spesso. Un manager di progetto di valore ha sistemi e processi che forniscono una struttura anche in tempi di cambiamenti estremi e con volatilità di un team per mantenere la produttività e una comunicazione rapida e organizzata. Nell’era digitale, una buona comunicazione e organizzazione avvengono online. Prova uno strumento di organizzazione di project management come Hibox che copre tutte le funzionalità necessarie per una buona struttura come la gestione delle attività, la chat aziendale e le chat video di gruppo.

I bravi project manager sono in grado di prevedere i problemi.

Riportando ad un classico, Arnold Glasgow, Forbes e WSJ celebra l’uomo d’affari, ha dichiarato: “Uno dei veri test di leadership è la capacità di riconoscere un problema prima che diventi un’emergenza.” I project manager più preziosi sono quelli in grado di prevedere i problemi in anticipo, risparmiando così tempo, denaro, stress e fiducia dei dipendenti. I migliori project manager conoscono abbastanza bene tutti i settori del progetto e il loro piano è abbastanza per vedere dove ci possono essere problemi in corso. E non solo sono in grado di identificarli, stanno attivamente pensando a modi per evitare e mitigarli prima del tempo. Oltre il 90% dei progetti va avanti nel tempo e oltre il budget perché i project manager sono bloccati a fronteggiare problemi imprevisti. Qualsiasi project manager con questa capacità vale più del restante 90%.

I buoni project manager non gestiscono, guidano.

I responsabili di progetto decenti sanno come gestire gli altri ma i grandi project manager conducono in un modo onnicomprensivo che va oltre le semplici operazioni di base. Il consulente di gestione del governo e della Fortune 500 Warren Bennis afferma: “Il manager chiede come e quando; il leader chiede cosa e perché. “I manager fanno in linea di base: delegare lavoro, controllare e misurare i progressi e delegare di nuovo. Ma i project manager veramente validi sono anche focalizzati sull’essere curiosi e coinvolti. Analizzano tutte le parti mobili mentre sono a contatto con la propria squadra e, di conseguenza, sono in grado di allineare la strategia e motivare verso un obiettivo in modo convincente per la massima produttività.

I buoni project manager rendono i piani attuabili.

Le aziende, e in particolare i project manager, hanno indubbiamente un problema con le riunioni. Ci sono incontri costanti e che fanno perdere tempo, che richiedono una quantità di tempo non necessaria, ma non si traducono nel lavoro effettivo. È facile fare piani, scambiare idee e delineare ciò che vorresti fare, ma ci vogliono dei buoni project manager per tradurli nel lavoro per tutto il team necessario per farlo. L’esperto di gestione Peter Drucker afferma: “I piani sono solo buone intenzioni, a meno che non degenerino immediatamente in un duro lavoro”. Più un gestore di progetto è in grado di produrre conversazione, più avrà successo e più produttivo sarà nel complesso. È un obiettivo apparentemente semplice ma estremamente importante e raramente raggiunto.

 

La gestione del progetto ha senso comune dall’esterno e come un’abilità un po’ astratta, ma è incredibilmente difficile e coloro che hanno seguito i consigli sopra menzionati hanno probabilmente dimostrato il loro valore. Per una struttura chiara, una collaborazione concentrata e una comunicazione attuabile, prova Hibox con il tuo team per la gestione dei progetti.

Provalo gratuitamente e cambia il tuo modo di lavorare